Quanto è frequente il tradimento?

In quanti tradiscono?

Qual è la percentuale di tradimenti nelle coppie?


E' praticamente impossibile saperlo perché è un argomento che solleva imbarazzo e sensi di colpa, quindi nei sondaggi - ovviamente - non tutti sono sinceri. In particolar modo le donne tendono a mentire quando si tratta di argomenti sessuali, per paura del giudizio (ma anche gli uomini si vergognano di aver tradito, quindi lo ammettono meno del reale).
Inoltre, molte ricerche sono "viziate" da un campione non rappresentativo dell'intera popolazione: se un'istituzione cattolica compie un sondaggio sui suoi membri, pare ovvio che la percentuali saranno più basse della media.

A causa di ciò, abbiamo ricerche che partono da percentuali di tradimento intorno al 10–20%, fino ad altre in cui sale al 50–70% (le donne indicano sempre percentuali inferiori ma, come già visto, mentono maggiormente, quindi in realtà potrebbero anche tradire più degli uomini).
C'è un sito che gestisce il sondaggio online "Cheating Spouse Survey Results" ("Sondaggio sui coniugi che tradiscono") in continuo aggiornamento, che riporta anche le varie possibili situazioni (tradimento emotivo, fisico, online...) e le motivazioni (noia, problemi, vendetta...). Riguardo la percentuale di tradimenti, qui donne e uomini hanno risultati simili (oltre il 70%), ma in modi parzialmente diversi.

Figli non del marito

Va inoltre citato il numero elevato di figli concepiti con uomini diversi dal marito (o compagno): tra quelli che compiono test di paternità risulta che il 10% dei figli non è del marito; la percentuale sale al 15% per i secondi figli e al 25% per i terzi (e questi sono solo i casi identificati da chi fa questi test; chissà quanti altri non vengono scoperti).

Il tradimento è un fatto comune

L'unica cosa certa è che l'idea di monogamia non funziona come crediamo (monogamia intesa come rapporto esclusivo a lungo termine): Insomma, a ben guardare i fatti, il tradimento non è una "anomalia" di cui stupirsi, ma un comportamento comune (anche se eticamente scorretto) che andrebbe riconosciuto come tale. L'eccezione, semmai, è una coppia di persone fedeli e felici dopo tanti anni: qualcosa che ci viene spacciato come normale, ma che è invece un evento raro (e nemmeno alla portata dei più).

Possibili soluzioni

La soluzione al problema dei tradimenti non è negare i nostri istinti (impresa sovrumana e destinata a fallire nel tempo), né controllare e reprimere il partner. Piuttosto bisogna affrontarlo da persona adulte: Questi comportamenti non sono alla portata di tutti, certo; ma è sicuramente più maturo ed onesto parlare di queste possibilità, piuttosto che dichiararsi paladini della monogamia e della fedeltà, e poi tradire il partner di nascosto (come fanno molti).


Questo post fa parte di una serie di risposte brevi a domande frequenti sull'amore, le relazioni e la vita (clicca sul link per leggere l'elenco di tutte le domande e risposte).

"Credete che se Laura fosse stata sua moglie, Petrarca le avrebbe scritto sonetti tutta la vita?"
(George G. Byron)

"Le infedeli al marito sono capaci di essere fedeli all'amante."
(Sigmund Freud)

"Quanti mariti ho avuto? Miei o delle altre?"
(Zsa Zsa Gabor)


Articoli correlati

Altri post con argomenti collegati (descrizione: fermate il puntatore sul link)

Nessun commento :

Posta un commento

Domande, osservazioni e commenti sono benvenuti! Se hai suggerimenti o informazioni da aggiungere, scrivi pure. Cerco di rispondere a tutti.
(se hai dubbi su cosa scrivere o come, vedi le linee guida per i commenti)



Licenza Creative Commons
© 2021 Valter Viglietti. Psicofelicità è distribuito con Licenza Creative Commons Attribuzione - Non commerciale 4.0 Internazionale.