Cosa vogliono le donne da un uomo - 1. Cosa cercano


(questo post è anche disponibile come documento - in formato PDF, EPUB e MOBI - liberamente scaricabile nella pagina Download)

Data la complessità e lunghezza dell'argomento, l'ho diviso in due parti:
  1. Cosa vogliono le donne da un uomo - 1. Cosa cercano (questo post)
  2. Cosa vogliono le donne da un uomo - 2. Chi scelgono e perché

Cosa vogliono le donne? Perché risponde un uomo? Non sarebbe più semplice chiederlo a loro?
In effetti sarebbe una buona idea... se loro lo sapessero, e se fossero disposte a dirlo sinceramente. Purtroppo chiedendolo alle donne si ottiene ogni genere di risposta: spesso squisitamente soggettiva, idealizzata, ipocrita (per paura di essere giudicata), sconnessa dalla realtà, troppo vaga o semplicemente confusa.
Anche per quello gli uomini spesso non sanno come comportarsi con le donne: ricevono informazioni molteplici e contraddittorie in proposito. Per questo ho pensato di esplorare l'argomento, raccogliendo informazioni basate sui fatti e sulle esperienze dirette maschili, piuttosto che su quello che le donne dicono.

Cosa cercano le donne

Si dice che gli uomini scelgano le donne per motivi superficiali (in primo luogo la bellezza), ma in realtà lo stesso accade per le donne - anche se difficilmente lo ammettono. In questo post cerco di spiegare quello che le donne trovano realmente desiderabile in un uomo, e perché (al di là di quello che dicono "ufficialmente").
Oltre all'ovvio interesse per il pubblico maschile, credo che questo post possa essere utile anche alle donne stesse, per capire meglio le loro scelte e i motivi dietro di esse.

Regole ed eccezioni

Prima però voglio ricordare che siamo tutti diversi e spesso ci piacciono cose diverse: quindi quello che scrivo qui è solo un'indicazione generale, a cui possono sempre esserci eccezioni.

Il mistero di cosa vogliono le donne

La maggior parte degli uomini fatica a capire cosa vogliono le donne, e specialmente cosa cercano in un partner. Lo stesso Freud disse:
"La grande domanda a cui non ho mai saputo rispondere, nonostante i miei 30 anni di ricerche sull'animo femminile, è 'Cosa vuole una donna'?"
Questo è dovuto, in parte, anche al fatto che spesso non lo sanno nemmeno loro, oppure dicono una cosa e poi ne fanno un'altra.

Molti, semplificando, pensano che l'uomo cerca il sesso, e la donna cerca l'amore. In questo c'è un fondo di verità, ma la realtà è che ognuno cerca la soddisfazione dei propri bisogni - e questo vale per uomini e donne allo stesso modo. L'amore è solo uno fra questi bisogni, e forse nemmeno il più importante.
La differenza principale è che gli uomini - in genere - ammettono l'importanza che danno al sesso, mentre le donne spesso usano "l'amore" per coprire o giustificare tutta una serie di altri bisogni o priorità.

Spesso però non siamo consapevoli dei nostri bisogni: molte volte non sappiamo bene quello che vogliamo, o perché lo vogliamo (per esempio tutti siamo affascinati dalla bellezza, ma pochi sanno spiegare il motivo).
Quindi, per capire cosa vogliono le donne bisogna scoprire quali bisogni le muovono.

“Le donne spesso
usano 'l'amore' per coprire
altri bisogni o priorità”

Incoerenza femminile

Le donne - in generale - dicono di cercare in un partner soprattutto qualità "interiori":
  • intelligenza
  • dolcezza
  • bontà d'animo
  • gentilezza
  • sensibilità
  • umorismo, ecc.
Questo in teoria. Però in pratica sono attratte - o scelgono i partner - principalmente grazie ad altre qualità "superficiali": bellezza fisica, "qualità Alfa"* e/o risorse (denaro, potere, status).
* (cioè qualità che, in buona parte, corrispondono alle caratteristiche del "maschio Alfa": sicuro di sé, dominante, virile)

Cosa muove le donne

Perché questa discordanza? Cosa muove le loro preferenze o scelte?
Come ho scritto nel post dove spiego come funziona l'attrazione, le femmine (animali ed anche umane) hanno due pulsioni istintive nella scelta dei partner:
  1. La ricerca di "buoni geni" (segni di buona salute, fertilità e qualità fisiche desiderabili)
  2. La ricerca di risorse (per sé e per la prole)
(vale la pena di notare che nei maschi la prima pulsione è dominante: è per questo che gli uomini danno tanta importanza alla bellezza fisica)

Sono questi istinti inconsci a dominare l'attrazione: consciamente possiamo anche privilegiare l'intelligenza o la dolcezza, ma è l'istinto a farci provare l'eccitazione e i brividi dell'eros e dell'innamoramento, a farci sentire le "farfalle nello stomaco", a farci "perdere la testa":
  1. La pulsione verso i buoni geni fa preferire la bellezza, la forma fisica, l'aspetto esteriore.
  2. La pulsione verso le risorse induce a scegliere uomini ricchi, potenti, famosi, dotati di status o prestigio.
Quindi, anche se la "testa" potrebbe avere certe preferenze, è la "pancia" che decide chi vogliamo in modo - appunto - viscerale. L'istinto trionfa quasi sempre sulla ragione, specialmente in ambito sentimentale.
Per esempio, le donne in generale (anche quelle poco materialiste) tendono istintivamente a dare importanza al livello economico dell'uomo, come dimostrano questi studi ed articoli:
  • In questa ricerca del sito di dating Ok Cupid, il grafico "How many messages a man gets, by age & income" mostra la quantità di messaggi ricevuti dagli uomini a seconda del reddito dichiarato: un uomo sopra i 22 anni che dichiara un reddito sotto i 40.000$ annui - non proprio bruscolini - riceve zero messaggi o quasi; e la quantità di messaggi ricevuti cresce in proporzione al reddito.
  • "Men want beauty, women want money" ("Gli uomini vogliono la bellezza, le donne vogliono i soldi" - Sydney Morning Herald, con molti grafici).
  • "Women are more attracted to rich men" ("Le donne sono più attratte dagli uomini ricchi" - NewsHub).

Un altro fattore che suscita attrazione è la percezione di "valore elevato" in una persona (cioè qualcuno che appare dotato di grandi qualità, desiderato da molti/e, vincente).

“Anche se la testa dice un cosa,
è la pancia che decide
chi vogliamo”

Lo dicono in buona fede

Molte donne non si rendono conto di come questi meccanismi istintivi le influenzino: sono quindi in buona fede quando dicono di preferire le qualità "interiori". Non a caso si sente dire che "le donne non sanno quello che vogliono": spesso è vero, proprio per via degli influssi inconsci.
Altre donne sanno di preferire le qualità "superficiali" ma esitano ad ammetterlo: vuoi perché faticano ad accettare quella parte di sé, o se ne vergognano, oppure temono i giudizi negativi altrui.

L'esterno viene prima dell'interno

Attenzione: non sto dicendo che le qualità "interiori" non contino. Sicuramente possono essere apprezzate, ma di solito dopo che è scattata l'attrazione per i motivi "superficiali". Voglio dire che una donna apprezza qualità come intelligenza o dolcezza in un uomo che la attrae fisicamente... ma che quelle stesse qualità, da sole, non bastano a suscitare attrazione:
  • Un "bello intelligente" attrae più di un "bello stupido"...
  • Ma un "brutto intelligente" attrae meno - mediamente - di un "bello stupido".
(poi ovviamente dipende dai livelli di bellezza e intelligenza: un bello completamente idiota perderà la sua attrattiva in breve).

Se non siete convinti, fatevi un paio di domande:
  • Com'è la vita relazionale e/o sessuale degli uomini più intelligenti che conoscete? Tranne rare eccezioni, probabilmente non eccelsa.
  • E quanto è il successo relazionale e/o sessuale degli uomini più dotati a livello di qualità "superficiali" che conoscete...?
Questo può irritare o risultare difficile da digerire, perché vorremmo che la vita fosse equa e premiasse le persone più dotate a livello morale e interiore. Purtroppo invece la vita funziona in modo "darwiniano" (successo del più adatto).

“Le qualità interiori sono apprezzate,
ma dopo che è scattata l'attrazione”

Il mito del Principe Azzurro

Tornando alle due pulsioni indicate prima (ricerca di buoni geni e risorse), le donne cercano istintivamente la soddisfazione di entrambe: l'ideale femminile del "Principe Azzurro" (uomo dotato di fascino, potere e ricchezza) nasce proprio da quello.
E' per questo che a volte sembra che le donne vogliano tutto - magari anche in modo contraddittorio: si innamorano di un uomo ma poi si lamentano che gli mancano certe qualità; non sanno decidersi tra più pretendenti; non sembrano mai soddisfatte, ecc.

... Che però non esiste

Purtroppo non è un obiettivo realistico: nessuno possiede tutte le qualità possibili (ed anche se qualche rarissimo uomo ci riuscisse, comunque tutte le donne vorrebbero lui). Nei film romantici spesso viene rappresentato un uomo del genere:
  • Forte e sicuro - ma anche sensibile e profondo
  • Serio e affidabile - ma anche estroverso e divertente
  • Passionale e virile - ma anche fedele e riservato
  • Dotato di sessualità selvaggia - ma anche colto e raffinato
  • Con fisico atletico - ma anche grande intelligenza
  • Che ha successo lavorativo ed economico - ma anche pronto a dedicarsi alla famiglia...
Tutte queste coppie di qualità o capacità sono tendenzialmente in contraddizione:
  • Raramente una persona molto seria è anche estroversa
  • Chi è molto passionale fatica ad essere fedele
  • Avere grande successo professionale richiede estrema dedizione, per cui rimane poco tempo ed energia per la famiglia, ecc.
Certo, ci possono essere persone molto dotate che eccellono in entrambe le aree, ma sono un'eccezione. Di solito eccellere in qualche aspetto della vita comporta essere carente in altri (nessuno può fare o essere tutto).

“Nessun uomo possiede
tutte le qualità desiderate”

... Ma le donne lo cercano comunque

Ma se l'uomo ideale con tutte le qualità non esiste, cosa succede nella realtà? Che le donne lo cercano lo stesso! - e spesso anche al di sopra delle loro possibilità.
Esistono alcune ricerche, o statistiche elaborate da siti di dating online, che mostrano come la maggior parte delle donne punti solo agli uomini migliori (le proporzioni sono circa queste: l'80% delle donne si interessa al 20% di uomini più attraenti*, ignorando gli altri). Questo è appunto dovuto al desiderio istintivo femminile di trovare un partner con tutte le qualità, il migliore possibile (oltre ai messaggi ingannevoli dei media, che dicono alle donne che meritano un amore straordinario a prescindere da quello che possono offrire).
Ovviamente questo non funziona, o non come le donne sperano:
  • Una buona parte di quell'80% di donne viene scartato da quegli uomini (che, data la loro alta qualità, possono avere di meglio).
  • Le donne che suscitano l'interesse di quegli uomini vengono usate solo per il sesso, oppure si creano relazioni di breve durata (gli uomini più dotati ed attraenti di solito sono egocentrici e infedeli, e difficilmente sono interessati a relazioni stabili. L'idea dell'uomo affascinante e di successo che ama solo lei e vuole solo lei, è una fantasia femminile, non corrisponde agli uomini reali).
Questa dinamica è uno dei motivi principali per cui così tante donne diventano deluse e amareggiate dagli uomini: inseguendo solo quelli "più in alto" (non interessati ad impegnarsi e che tendono ad usarle), ne rimangono scottate. Però faticano a rendersi conto che è proprio la scelta di inseguire quegli uomini che conduce al fallimento; quando lo realizzano, iniziano a scegliere uomini diversi (vedi nella seconda parte il capitolo "Le scelte delle donne").

* (i numeri in queste ricerche usano una "scala di attrattività" basata sul gradimento ricevuto dagli altri utenti, che va da zero [nessun interesse ricevuto = zero attrattiva] a 100 [massimo interesse ricevuto = massima attrattiva])

Durata e stabilità

Un altro parametro a cui le donne sembrano tenere molto è la durata del rapporto, la stabilità affettiva. Sono quelle i cui sogni romantici sono pieni di "per sempre" e "per tutta la vita". Non è perché la monogamia le renda felici, anzi: è perché le rassicura, per la paura di restare sole (oltre che per il timore di perdere la felicità di coppia).
Dall'inizio dei tempi avere un uomo che si occupasse di lei è stato necessario alla sopravvivenza, e indispensabile in caso di gravidanza: da ciò deriva il panico all'idea che il partner se ne vada (che questo non sia più così grave da un secolo, non cambia un istinto formatosi in milioni di anni). Inoltre, una donna sente istintivamente che il suo "potere di conquista" (legato all'aspetto fisico) declina rapidamente: intuisce che le sue possibilità si assottigliano col tempo (il suo "valore di mercato sessuale" decade dopo i 20-25 anni), quindi sente l'impulso a mantenere ciò che ha conquistato.

Quando una donna parla spesso di "per sempre", il più delle volte questo è dovuto alle sue insicurezze più che ai sentimenti: il suo "per sempre" non è legato tanto al partner specifico, ma alla situazione relazionale. Infatti non di rado questo tipo di donna è rapida ad andarsene quando le cose non vanno più come vuole lei, o quando trova di meglio: il suo "per sempre" (connesso a dei bisogni più che al partner) viene trasferito ad un'altra relazione.


>> L'argomento continua nella seconda parte: Cosa vogliono le donne da un uomo - 2. Chi scelgono e perché.


"La donna cerca il principe azzurro, illudendosi di essere una principessa."
(Vincenzo Di Raimo)

"Le donne corrono dietro agli stolti; fuggono i saggi come animali velenosi."
(Erasmo da Rotterdam)

"E’ raro che gli uomini che nutrono il massimo rispetto per le donne godano di qualche popolarità tra di loro."
(Joseph Addison)


Articoli correlati

Altri post con argomenti collegati (descrizione: fermate il puntatore sul link)

Nessun commento :

Posta un commento

Domande, osservazioni e commenti sono benvenuti! Se hai suggerimenti o informazioni da aggiungere, scrivi pure. Cerco di rispondere a tutti.
(se hai dubbi su cosa scrivere o come, vedi le linee guida per i commenti)



Licenza Creative Commons
© 2021 Valter Viglietti. Psicofelicità è distribuito con Licenza Creative Commons Attribuzione - Non commerciale 4.0 Internazionale.