Perché gli uomini non si accorgono quando piacciono a una donna?

Perché un uomo non capisce quando una donna è innamorata di lui?


Nella maggior parte dei casi, questo accade perché in generale:
  • Le donne comunicano in modo più indiretto, sottile ed allusivo
  • Mentre gli uomini comunicano in modo più diretto, esplicito e concreto
Quindi la comunicazione femminile spesso risulta confusa o incomprensibile agli uomini. Tipicamente le donne dicono "Gliel'ho fatto capire..." ma gli uomini quasi mai lo capiscono!
Le donne lanciano un'occhiata, un gesto, fanno un'allusione, dicono una mezza frase... e non si rendono conto che, per la maggior parte degli uomini, questi segnali risultano equivoci, misteriosi o semplicemente invisibili.
Le donne che lanciano questi segnali sono convinte di essere state chiare (perché si basano sulle emozioni, che loro sentono fortemente), mentre agli uomini (che si basano sui fatti, e sono spesso ignari delle emozioni proprie ed altrui) non arriva alcun segnale chiaro.

In sintesi, uomini e donne hanno stili comunicativi fortemente diversi, ed è uno dei motivi principali per cui fra loro faticano così tanto a capirsi (un altro motivo è che, spesso, le donne pensano una cosa ma ne dicono un'altra).

Le donne non si scoprono

Oltre a questo fattore molto comune, un altro elemento di confusione è che spesso le donne rifiutano di esporsi ed esprimere i propri sentimenti: delegano invece il ruolo "attivo" (e i rischi connessi) all'uomo che - secondo loro - dovrebbe prendere l'iniziativa. Anche quando sono loro a provare interesse, molte rimangono in un ruolo passivo ad aspettare che l'uomo si accorga di loro, o "indovini" quello che sentono - e si stupiscono quando non accade.
Purtroppo nessuno legge nel pensiero e - come detto - gli uomini mediamente sono poco percettivi. Quindi questa aspettativa femminile è fallimentare.

Quando qualcuno ci interessa, la cosa migliore da fare è prendere l'iniziativa e andargli incontro, comunicando in modo chiaro e diretto. Qualsiasi altra strategia rischia di generare confusione e incomprensione. Restare attaccati ai vecchi ruoli del maschio attivo e della donna passiva è un retaggio dei secoli passati.

Chiedere invece di indovinare

Da notare che questo vale per tutti: vedo molte persone, specialmente giovani, evitare di esporsi e cercare di intuire un eventuale interesse negli altri "leggendo" segnali improbabili: "Ha detto così, vuol dire che gli piaccio?", "Ha fatto cosà, significa che le interesso?"... Purtroppo non esiste un "codice" per interpretare il comportamento altrui: gli esseri umani sono troppo variegati e complicati per quello. L'unico modo certo di scoprire cosa sente qualcuno, è chiederglielo direttamente.


Questo post fa parte di una serie di risposte brevi a domande frequenti sull'amore, le relazioni e la vita (clicca sul link per leggere l'elenco di tutte le domande e risposte).

"Il maggior problema della comunicazione è l’illusione che sia avvenuta."
(George Bernard Shaw)


Articoli correlati

Altri post con argomenti collegati (descrizione: fermate il puntatore sul link)



Licenza Creative Commons
© 2019 Valter Viglietti. Psicofelicità è distribuito con Licenza Creative Commons Attribuzione - Non commerciale 4.0 Internazionale.