Citazioni 4
Psicologia, Esseri umani

Ho sempre amato citazioni e aforismi: il loro potere di condensare la saggezza in poche parole, di illuminare la verità, di incoraggiare il cambiamento... per questo li raccolgo da molti anni. Non di rado ho tratto supporto e ispirazione da essi.
Come ha scritto Isaac Newton, "Se ho visto oltre è perché sono salito sulle spalle di giganti". L'intelligenza e l'acume (a volte anche in una singola frase) di chi è più "grande" di me, mi ha aiutato ad aprire la mente e diventare quello che sono. Abbiamo tutti da imparare.

Ho quindi pensato di raccogliere le citazioni più significative in alcuni post, suddivisi per argomenti:
  1. Amore e relazioni
  2. Matrimonio - Amicizia - Sessualità - Amore per se stessi, Autostima
  3. Felicità e infelicità - Dolore e sofferenza
  4. Psicologia, Esseri umani
  5. Vita, Esistenza, Morte
  6. Filosofia, Etica, Idee
  7. Politica - Educazione - Denaro e lavoro - Animali


Psicologia, Esseri umani


Potrete ingannare tutti per un po’. Potrete ingannare alcuni per sempre. Ma non potrete ingannare tutti per sempre.
(Abramo Lincoln)

I sogni sono desideri che l'uomo tiene nascosti anche a se stesso.
(Akira Kurosawa)

Persino su un banco d'accusato, è sempre interessante sentir parlare di sé.
(Albert Camus)

Quanti delitti commessi semplicemente perché i loro autori non potevano sopportare di aver torto.
(Albert Camus)

E' più difficile spezzare un pregiudizio che un atomo.
(Albert Einstein)

Non ardo dal desiderio di diventare uomo finché posso essere anche donna bambino animale o cosa.
(Alessandro Bergonzoni)

Le parole fanno un effetto in bocca e un altro negli orecchi.
(Alessandro Manzoni)

Ci sono caratteri che per star bene devono far star male gli altri.
(Alessandro Morandotti)

Tutti gli uomini sono pazzi, e chi non vuole vedere dei pazzi deve restare in camera sua e rompere lo specchio.
(Alphonse De Sade)

Tutti i grandi sono stati bambini un giorno. Ma pochi di essi se ne ricordano.
(Antoine De Saint-Exupery, da “Il Piccolo Principe”)

Non esiste genio senza una dose di follia.
(Aristotele)

Chi scrive in modo trascurato confessa così, anzitutto, che lui per primo non attribuisce un gran valore ai suoi pensieri.
(Arthur Schopenhauer)

La cosa seccante di questo mondo è che gli imbecilli sono sicuri di sé, mentre le persone intelligenti sono piene di dubbi.
(Bertrand Russell)

Se pensi di essere troppo piccolo per avere effetto, non sei mai stato nel letto con una zanzara.
(Betty Reese)

L'astinente fugge da ciò che desidera, ma porta il suo desiderio con sé.
(Bhagavad Gita)

Pensare è molto difficile - per questo la maggior parte della gente giudica. La riflessione richiede tempo, perciò chi riflette già per questo non ha modo di esprimere continuamente giudizi.
(Carl Gustav Jung)

Tutto ciò che ci irrita negli altri può portarci a capire noi stessi.
(Carl Gustav Jung)

Conoscere le nostre paure è il miglior metodo per occuparsi delle paure degli altri.
(Carl Gustav Jung)

Quello che sono sarebbe sufficiente, se solo lo fossi a viso aperto.
(Carl Rogers)

Tutto il problema della vita è dunque questo: come rompere la propria solitudine, come comunicare con gli altri.
(Cesare Pavese)

L'ignoranza genera fiducia più spesso della conoscenza.
(Charles Darwin)

Il silenzio è il sovrano del disprezzo.
(Charles-Augustine de Sainte-Beuve)

Ti criticheranno sempre, parleranno male di te e sarà difficile che incontri qualcuno al quale tu possa piacere cosi come sei, quindi vivi, e fai quel che il tuo cuore ti suggerisce.
(Charlie Chaplin)

Alla gioventù si rimprovera spesso di credere sempre che il mondo cominci solo con essa. Ma la vecchiaia crede ancor più spesso che il mondo cessi con lei.
(Christian Friedrich Hebbel)

L'uomo è il peggior nemico di sé stesso.
(Cicerone)

Penso che la vita sia un continuo processo di apprendimento e che più invecchi più hai storie da raccontare perché hai imparato di più sulla gente. E anche su te stesso.
(Clint Eastwood)

Se incontrerai qualcuno persuaso di sapere tutto, o di essere capace di fare tutto, non potrai sbagliare: costui è un imbecille.
(Confucio)

Tutti gli uomini sarebbero tiranni se potessero.
(Daniel Defoe)

Molto prima che esistesse un cervello razionale, esisteva già quello emozionale.
(Daniel Goleman, “Intelligenza emotiva”)

La satira non offende le persone, ma solo i loro pregiudizi.
(Daniele Luttazzi)

Una persona che è gentile con te ma scortese con il cameriere, non è una persona gentile.
(Dave Barry)

La diplomazia è l'arte di permettere ad un altro di fare a modo tuo.
(David Frost)

Desiderare ardentemente qualcosa, significa diventare ciechi a tutto il resto.
(Democrito)

La risata è qualcosa di molto potente e solo le persone civili, le persone libere ed emancipate, sanno ridere di loro stesse.
(Doris Lessing)

Di solito l'istinto ti dice quel che devi fare molto prima di quanto occorra alla tua mente per capirlo.
(Edmund Burke)

E' proibito dare consigli quando la gente non li chiede.
(Eduardo De Filippo)

Nessuno può farvi sentire inferiore senza il vostro consenso.
(Eleanor Roosevelt)

Per chi è sveglio esiste un solo mondo comune a tutti; ma quando si dorme ciascuno entra nel suo proprio mondo privato.
(Eraclito)

La villania è l'imitazione della forza da parte di chi forte non è.
(Eric Hoffer)

Un egoista è un uomo che non pensa a me.
(Eugene Labiche)

La parola comunica il pensiero, il tono le emozioni.
(Ezra Pound)

Gli infelici valutano costantemente gli altri, criticano continuamente il loro comportamento e spesso su di loro sfogano il proprio personale malessere o fallimento.
(Fabio Volo)

La menzogna è il rifugio dei fanciulli, degli sciocchi e dei malvagi.
(Francis Bacon)

Il modo sicuro di restare ingannati è credersi più furbi degli altri.
(François de la Rochefocauld)

I deboli non possono essere sinceri.
(Francois de La Rochefoucauld)

Chi immagina di poter fare a meno del mondo s'inganna parecchio; ma chi immagina che il mondo non può fare a meno di lui s'inganna ancora di più.
(François de La Rochefoucauld)

Se non avessimo difetti, non ci farebbe tanto piacere trovarne negli altri.
(François de La Rochefoucauld)

Per chi è molto solo, il rumore è già una consolazione.
(Friederich Nietzsche)

Contro la stupidità gli stessi déi lottano invano.
(Friedrich von Schiller)

Chi non ride mai non è una persona seria.
(Fryderyk Chopin)

Coloro a cui sfugge completamente l'idea che è possibile aver torto non possono imparare nulla, se non la tecnica.
(G. Bateson)

L'uomo veramente grande è colui che fa sentire grande ogni altro uomo.
(G. K. Chesterton)

Il maggior problema della comunicazione è l’illusione che sia avvenuta.
(George Bernard Shaw)

Chi cerca la verità dell'uomo deve farsi padrone del suo dolore.
(Georges Bernanos)

Rispetto è comportarsi con gli altri in modo tale che non debbano sforzarsi di capirti o di interpretarti.
(Gerry Scotti)

Che le cose siano così, non vuol dire che debbano andare così. Solo che, quando si tratta di rimboccarsi le maniche e incominciare a cambiare, vi è un prezzo da pagare, ed è allora che la stragrande maggioranza preferisce lamentarsi piuttosto che fare.
(Giovanni Falcone)

Gli uomini credono volentieri a ciò che desiderano sia vero.
(Giulio Cesare)

Abbiamo creato un tipo umano che non solo consuma per esistere, ma esiste per consumare.
(Giulio Tremonti)

Non potrei mai far parte di un club che accettasse tra i suoi membri uno come me.
(Groucho Marx)

Il nostro carattere è quello che noi facciamo quando pensiamo che nessuno ci stia guardando.
(H. Jackson Brown)

Non è la nostra intransigenza a scaldarci la notte, bensì la nostra tenerezza, che induce gli altri a desiderare di tenerci caldi.
(Harold Lyon)

Strappa all'uomo comune le illusioni e con lo stesso colpo gli strappi anche la felicità.
(Henrik Ibsen)

Ogni generazione ride delle vecchie mode, ma segue religiosamente le nuove.
(Henry David Thoreau)

Molte persone usano più energie per parlare dei problemi di quante non ne utilizzino per risolverli.
(Henry Ford)

Se potessimo leggere la storia segreta dei nostri nemici, troveremmo, nella vita di ognuno di loro, abbastanza dolore e sofferenza da disarmare ogni ostilità.
(Henry Wadsworth Longfellow)

Il mondo è una commedia per quelli che pensano, una tragedia per quelli che sentono.
(Horace Walpole)

Gli uomini costruiscono troppi muri e mai abbastanza ponti.
(Isaac Newton)

La conoscenza del prossimo ha questo di speciale: passa necessariamente attraverso la conoscenza di se stesso.
(Italo Calvino)

E' vero che non sei responsabile di quello che sei, ma sei responsabile di quello che fai di ciò che sei.
(Jean-Paul Sartre)

E' inutile parlare molto per rifiutare, l'altro sente sempre solo il 'No'.
(Johann W. Goethe)

Il codardo minaccia quando è al sicuro.
(Johann W. Goethe)

Un uomo diventa vecchio quando i suoi rimpianti prendono il posto dei suoi sogni.
(John Barrymore)

Nessun uomo è un'isola, completo in se stesso; ogni uomo è un pezzo del continente; una parte del tutto.
(John Donne)

Le menti più pure e più pensose sono quelle che più amano i colori.
(John Ruskin)

E' insito nell'uomo, a mano a mano che invecchia, inveire contro i mutamenti, e a maggior motivo quando si tratti di mutare in meglio.
(John Steinbeck)

Metti a nudo il tuo cuore, e la gente starà ad ascoltarti per quello - e solo quello è interessante.
(Joseph Conrad)

Ripetete una bugia cento, mille, un milione di volte e diventerà una verità.
(Joseph Goebbels)

Non puoi giudicare nessuno al di là di quanto conosci di lui; ed è ben poco quel che tu ne conosci.
(Kahalil Gibran)

Se tutti noi ci confessassimo a vicenda i nostri peccati, rideremmo sicuramente per la nostra totale mancanza di originalità.
(Kahlil Gibran)

I vecchi danno buoni consigli per consolarsi di non poter più dare cattivi esempi.
(La Rochefoucauld)

La gentilezza nelle parole crea fiducia; la gentilezza nel pensiero crea profondità; la gentilezza nel sentimento crea amore.
(Lao Tzu)

Il carattere delle persone non si rivela mai così chiaramente come nel gioco.
(Lev Tolstoj)

Tutti pensano a cambiare l'umanità, ma nessuno pensa a cambiare se stesso.
(Lev Tolstoj)

Abbiamo sempre bisogno di qualcuno responsabile delle nostre preoccupazioni e della nostra infelicità.
(Luigi Pirandello)

Imparerai a tue spese che nel lungo tragitto della vita incontrerai tante maschere e pochi volti.
(Luigi Pirandello)

L'uomo attinge in se stesso i suoi materiali e si costruisce, come una casa.
(Luigi Pirandello)

Di solito si detesta chi ci assomiglia, e i nostri stessi difetti visti dal di fuori ci esasperano.
(Marcel Proust)

La costanza di un'abitudine è di solito proporzionale alla sua assurdità.
(Marcel Proust)

Quanto tempo risparmia chi non sta a guardare quello che dice o fa o pensa il suo vicino.
(Marco Aurelio)

L'uomo è l'unico animale che arrossisce, ma è l'unico ad averne bisogno.
(Mark Twain)

Dobbiamo imparare a vivere insieme come fratelli o periremo insieme come stolti.
(Martin Luther King)

Per farsi dei nemici non è necessario dichiarare guerra, basta dire quello che si pensa.
(Martin Luther King)

Quando cerchiamo il bene negli altri, scopriamo il meglio in noi stessi.
(Martin Walsh)

A volte dovete conoscere qualcuno davvero bene, prima di capire che non vi conoscete affatto.
(Mary Tyler Moore)

Un uomo che ha piegato se stesso non è mai riuscito a fare diritti gli altri.
(Mencio)

Gran parte della conflittualità che c'è nella nostra vita può essere spiegata da un semplice ma triste dato di fatto: non ci ascoltiamo mai per davvero.
(Michael P. Nichols)

Quando permettiamo che sia rivelata la verità su noi stessi, sperimentiamo la liberazione.
(Michael Zimmerman)

C'è bisogno di orecchi molto resistenti per sentirsi giudicare con sincerità.
(Michel de Montaigne)

Le nature sanguinarie nei riguardi degli animali rivelano una naturale inclinazione alla crudeltà.
(Michel de Montaigne)

Due volte sciocco colui, che svelando un segreto ad un altro, gli chiede caldamente di non svelarlo a nessuno.
(Miguel de Cervantes)

C'è un mercato che crea desideri, i desideri diventano bisogni, i bisogni diritti che vogliono sempre essere riconosciuti.
(Monica Toraldo di Francia)

La mente è un ottimo servitore, ma un pessimo padrone.
(Nisargadatta Maharaj)

Caccerai l'indole naturale con il forcone, tornerà egualmente.
(Orazio)

Per evitare un difetto, gli stolti cadono nel difetto contrario.
(Orazio)

Il dovere è quello che ci aspettiamo dagli altri.
(Oscar Wilde)

Nessuno può essere libero se costretto ad essere simile agli altri.
(Oscar Wilde)

Quasi tutte le persone sono altre persone. I loro pensieri sono le opinioni di qualcun altro, le loro esistenze una parodia, le loro passioni una citazione.
(Oscar Wilde)

Visto da vicino, nessuno è normale.
(Oscar Wilde)

Faust si lamentava di avere due anime nel petto, io ne ho una folla litigiosa. E' come essere in una repubblica.
(Otto von Bismarck)

Si può essere arrabbiati e dare a vedere la propria collera continuando a essere persone civili.
(P.M. Forni)

Il vero Io è quello che tu sei, non quello che hanno fatto di te.
(Paulo Coelho)

Mi sono resa conto che non si sfiorano mai le persone in modo tanto leggero da non lasciare traccia. Ciò che noi siamo incide su quanti ci stanno intorno.
(Peggy Tabor Millin)

I consigli sono raramente graditi. E quelli che ne hanno più bisogno sono anche sempre quelli a cui piacciono meno.
(Philip Dormer Chesterfield)

La diversità di ognuno di noi non è un'arma per discriminare, etichettare, ma una ricchezza.
(Pier Paolo Pasolini)

Se vuoi conoscere la vera natura di un uomo, devi dargli un grande potere.
(Pittaco)

Non conosco una via infallibile per il successo, ma soltanto una per l'insuccesso: voler accontentare tutti.
(Platone)

I sogni non vogliono farvi dormire, al contrario, vogliono svegliare.
(R. Magritte)

Se dovessi ipotizzare quale sia la preoccupazione più endemica e più diffusa tra gli esseri umani, direi che niente è più comune della paura dei propri simili.
(R.D. Laing)

Quando compite degli atti di gentilezza, provate dentro di voi una sensazione meravigliosa. E' come se qualcosa dentro il vostro corpo rispondesse e dicesse: 'Sì, è proprio così che dovrei sentirmi'.
(rabbino Harold Kushner)

Ciò che più di tutto ci impedisce di stare bene è la repressione che costantemente operiamo nei confronti di noi stessi.
(Raffaele Morelli)

La maggioranza dei nostri malesseri nasce dall'atteggiamento mentale che abbiamo verso noi stessi. Questo è uno dei concetti dominanti che accomuna il pensiero di tutti i Grandi Saggi.
(Raffaele Morelli)

Quello che sei parla così forte che non riesco a sentire cosa dici.
(Ralph W. Emerson)

Fa' quel che ti spaventa e la fine della paura è assicurata.
(Ralph Waldo Emerson)

Un popolo senza visioni è destinato a perire.
(Ralph Waldo Emerson)

Una delle più belle soddisfazioni di questa vita è rappresentata dal fatto che nessun uomo può cercare sinceramente di aiutare qualcun altro senza aiutare se stesso.
(Ralph Waldo Emerson)

Abbiate sempre qualcosa da offrire, perché questo vi darà maggiori possibilità di successo.
(Randy Pausch)

E' emozionante realizzare i sogni della propria infanzia ma, invecchiando, è possibile scoprire che aiutare i sogni altrui è ancora più bello.
(Randy Pausch)

L'unica giustificazione per il fatto di guardare qualcuno dall'alto in basso, è perché si vuole aiutarlo ad alzarsi.
(rev. Jesse Jackson)

Devi imparare a sopravvivere alle sconfitte. E' in quei momenti che si forma il carattere.
(Richard Nixon)

La ricompensa al conformismo diffuso era essere apprezzati da tutti, fuorché da se stessi.
(Rita Mae Brown, “Venus Envy”)

Chi non è padrone di sé finisce servo degli altri.
(Roberto Gervaso)

Il comando più difficile è comandare a sé stessi.
(Seneca)

Solo i rimproveri in cui c'è qualcosa di vero feriscono; solo quelli ci turbano.
(Sigmund Freud)

Imparare qualcosa, non c'è nessuno che lo voglia; essere lusingato, ci sono migliaia e migliaia che lo vogliono.
(Soren Kierkegaard)

La vera patria è quella in cui incontriamo più persone che ci somigliano.
(Stendhal)

Chiunque salva una vita, salva il mondo intero.
(Talmud)

Nessuno che una volta abbia riso veramente di cuore può essere irrimediabilmente cattivo.
(Thomas Carlyle)

Lo stupido non perdona né dimentica; l'ingenuo perdona e dimentica; il saggio perdona, ma non dimentica.
(Thomas Szasz)

La vita è talmente sorprendente che ci sarà sempre chi è disposto a ricorrere alla violenza per ricondurla all'ordine.
(Tim Parks)

Un adulto creativo è un bambino sopravvissuto.
(Ursula K. Le Guin)

Mi contraddico? Ma certo che mi contraddico, sono grande, contengo moltitudini.
(Walt Whitman)

Non ho alcun dubbio che ho meritato i miei nemici, ma non sono sicuro di aver meritato i miei amici.
(Walt Whitman)

Hai raggiunto 'l'illuminazione' quando smetti di incolpare gli altri e ti assumi la piena responsabilità di tutti gli aspetti della tua vita.
(Wayne W. Dyer)

Quando la gentilezza abbandona le persone, anche soltanto per qualche istante, abbiamo paura di loro perché anche la ragione li ha abbandonati.
(Willa Cather)

Quelli che fanno del proprio abito una parte principale del loro essere, non acquisiranno, in generale, più valore del proprio abito.
(William Hazlitt)

La caratteristica più radicata nell'umana natura è il bisogno di essere apprezzati.
(William James)

I vigliacchi muoiono molte volte prima della loro morte. L'uomo coraggioso sperimenta la morte una volta sola.
(William Shakespeare)

L'ottimista vede opportunità in ogni difficoltà, il pessimista vede difficoltà in ogni opportunità.
(Winston Churchill)


E se per caso siete curiosi di conoscere le mie "perle di saggezza" (con cui non penso certo di competere con i "grandi"), ho raccolto in un post i miei pensieri.

"Le idee migliori sono proprietà di tutti."
(Seneca)


Articoli correlati

Altri post con argomenti collegati (descrizione: fermate il puntatore sul link)

Nessun commento :

Posta un commento

(vedi le linee guida per i commenti)



Licenza Creative Commons
© 2017 Valter Viglietti. Psicofelicità è distribuito con Licenza Creative Commons Attribuzione - Non commerciale 4.0 Internazionale.