Citazioni 6 - Filosofia, Etica, Idee

Ho sempre amato citazioni e aforismi: il loro potere di condensare la saggezza in poche parole, di illuminare la verità, di incoraggiare il cambiamento... per questo li raccolgo da molti anni. Non di rado ho tratto supporto e ispirazione da essi.
Come ha scritto Isaac Newton, "Se ho visto oltre è perché sono salito sulle spalle di giganti". L'intelligenza e l'acume (a volte anche in una singola frase) di chi è più "grande" di me, mi ha aiutato ad aprire la mente e diventare quello che sono. Abbiamo tutti da imparare.

Ho quindi pensato di raccogliere le citazioni più significative in alcuni post, suddivisi per argomenti:
  1. Amore e relazioni
  2. Matrimonio - Amicizia - Sessualità - Amore per se stessi, Autostima
  3. Felicità e infelicità - Dolore e sofferenza
  4. Psicologia, Esseri umani
  5. Vita, Esistenza, Morte
  6. Filosofia, Etica, Idee
  7. Politica - Educazione - Denaro e lavoro - Animali


Filosofia, Etica, Idee


L'assurdo nasce dal confronto fra la domanda dell'uomo e l'irragionevole silenzio del mondo.
(Albert Camus)

Da giovane pensavo che prima o poi tutti i misteri dell'esistenza sarebbero stati risolti, ed ho lavorato tantissimo; ma ora posso dire che più cose sappiamo, più l'esistenza si rivela misteriosa.
(Albert Einstein)

La più importante domanda che possiamo porci è se l'Universo in cui viviamo sia un luogo amichevole od ostile.
(Albert Einstein)

Nessun problema può essere risolto con lo stesso livello di consapevolezza che l'ha creato.
(Albert Einstein)

Quando si dice la verità non bisogna dolersi di averla detta. La verità è sempre illuminante. Ci aiuta ad essere coraggiosi.
(Aldo Moro)

Non dobbiamo essere disperati, ma disparati; spaziare, sognare, sconfinare, non stare al caldo dentro le nostre piccole sicurezze; non confondere i sogni con i bisogni.
(Alessandro Bergonzoni)

Con la costante educazione ai pregiudizi la stupidità si può imparare.
(Alexander Mitscherlich)

Credi in coloro che cercano la verità. Dubita di coloro che la trovano.
(André Gide)

Ci sono persone per le quali la verità pura è veleno.
(André Maurois)

La verità è tanto più difficile da sentire quanto più a lungo si è taciuta.
(Anna Frank)

Nulla si crea, nulla si distrugge, tutto si trasforma.
(Antoine-Laurent de Lavoisier)

Gli uomini cominciarono a filosofare quando, notando gli effetti, si accorsero di ignorare le cause.
(Aristotele)

La maggior parte degli uomini sono cattivi giudici quando ad essere coinvolti sono i loro stessi interessi.
(Aristotele)

Per evitare le critiche, non fare niente, non dire niente, non essere niente.
(Aristotele)

L'intelligenza è invisibile per l'uomo che non ne possiede.
(Arthur Schopenhauer)

La verità attraversa sempre tre fasi. Dapprima viene ridicolizzata. Poi violentemente contrastata. Infine accettata come una cosa ovvia.
(Arthur Schopenhauer)

Ognuno prende i limiti del suo campo visivo per i confini del mondo.
(Arthur Schopenhauer)

Il sapere e la ragione parlano, l'ignoranza e il torto urlano.
(Arturo Graf)

Chi è disposto a rinunciare alle proprie libertà in cambio di un po' di sicurezza non merita né la libertà né la sicurezza.
(Benjamin Franklin)

Se un uomo investe in sapienza, nessuno potrà portagliela via. Un investimento in conoscenza paga sempre il massimo interesse.
(Benjamin Franklin)

Il supremo passo della ragione sta nel riconoscere che c'è un'infinità di cose che la sorpassano.
(Blaise Pascal)

Una delle principali funzioni della religione formale è di proteggere le persone dall'esperienza diretta di Dio.
(Carl Gustav Jung)

Il dubbio, che da una parte è la tortura dell'intelletto, dall'altra è il padre della scienza e del diritto.
(Carlo Bini)

Non si diventa grandi uomini se non si ha il coraggio di ignorare un'infinità di cose inutili.
(Carlo Dossi)

La differenza fondamentale tra un uomo comune e un guerriero è che un guerriero prende ogni cosa come una sfida, mentre un uomo comune prende ogni cosa come una benedizione o una maledizione.
(Carlos Castaneda, “L'isola del Tonal”)

L'uomo superiore è contento e sereno, l'uomo da poco è sempre inquieto e pieno d'affanno.
(Confucio)

Prima di intraprendere la strada della vendetta, scavate due tombe.
(Confucio)

Quel che cerca l'uomo superiore è in se stesso; quel che cerca l'uomo dappoco è negli altri.
(Confucio)

Se c'è rimedio perché ti preoccupi? E se non c'è rimedio perché ti preoccupi?
(Confucio)

Il viaggio più lungo è verso se stessi.
(Dag Hammarskjold)

Il verbo leggere non sopporta l'imperativo, avversione che condivide con alcuni altri verbi: il verbo 'amare', il verbo 'sognare'.
(Daniel Pennac)

La bellezza non è una qualità delle cose stesse: essa esiste soltanto nella mente che le contempla ed ogni mente percepisce una diversa bellezza.
(David Hume)

Tutto ciò che è necessario per il trionfo del male, è che gli uomini buoni non facciano niente.
(Edmund Burke)

Provvedere senza preoccuparsi, invece di preoccuparsi senza provvedere.
(Edoardo Boncinelli)

Dal punto di vista del verme solitario, l'uomo è stato creato da Dio per servire l'appetito della tenia.
(Edward Abbey)

Il futuro appartiene a coloro che credono alla bellezza dei propri sogni.
(Eleanor Roosevelt)

Per ogni desiderio ci si deve porre questa domanda: che cosa accadrà se il desiderio sarà esaudito?
(Epicuro)

Nulla è permanente tranne il mutamento.
(Eraclito di Efeso)

Se ho un po' di denaro compro dei libri; e se ne rimane ancora un po' compro cibo e vestiti.
(Erasmo Da Rotterdam)

E' facile dare giudizi per chi tiene i piedi fuori della sventura.
(Eschilo)

Non si pesano sulla stessa bilancia le offese che si arrecano e quelle che si subiscono.
(Esopo)

Se un uomo non è disposto a correre alcun rischio per le sue idee, o le sue idee non valgono nulla, o non vale nulla lui.
(Ezra Pound)

Di tutto conosciamo il prezzo, di niente il valore.
(F. Nietzsche)

Il test di un'intelligenza di prim'ordine è la capacità di accogliere simultaneamente nella mente due idee opposte conservando nel contempo la capacità di vivere.
(F. Scott Fitzgerald)

Penso che se il diavolo non esiste, l'ha creato l'uomo a sua immagine e somiglianza.
(Feodor Dostoevskij)

La ferocia dei moralisti è superata soltanto dalla loro profonda stupidità.
(Filippo Turati)

Perché aggredire le tenebre? Basta accendere una luce, e le tenebre fuggono spaventate.
(Francesco d’Assisi)

Le liti non durerebbero a lungo, se il torto fosse da una parte sola.
(François de La Rochefoucauld)

L'unica cosa di cui avere paura è la paura stessa.
(Franklin Delano Roosevelt)

Sempre la vita diventa più dura verso la cima: aumenta il freddo, aumenta la responsabilità.
(Friederich Nietzsche)

Solo chi ha il caos dentro di sé può generare una stella danzante.
(Friederich Nietzsche)

Non esistono fenomeni morali ma soltanto una interpretazione morale dei fenomeni.
(Friedrich Nietzsche, “La Gaia Scienza”)

In ognuno di noi è nascosto un bimbo che ha voglia di giocare.
(Friedrich Nietzsche)

Meglio esser pazzo per conto proprio, anziché savio secondo la volontà altrui!
(Friedrich Nietzsche)

Quelli che ballavano erano visti come pazzi da quelli che non sentivano la musica.
(Friedrich Nietzsche)

L'aspetto delle cose varia secondo le emozioni; e così noi vediamo magia e bellezza in loro, ma, in realtà, magia e bellezza sono in noi.
(Kahlil Gibran)

La speranza è un rischio da correre.
(George Bernanos)

La regola d'oro è che non esistono regole d'oro.
(George Bernard Shaw)

Libertà significa responsabilità. E' per questo che la maggior parte degli uomini la teme.
(George Bernard Shaw)

Per ogni problema complesso, c'è sempre una soluzione semplice. Che è sbagliata.
(George Bernard Shaw)

In tempi di menzogna universale, dire la verità è un atto rivoluzionario.
(George Orwell)

Nel mondo nulla di grande è stato fatto senza passione.
(George W.H. Hegel)

Nel paese della bugia, la verità è una malattia.
(Gianni Rodari)

Detesto chi denuncia la decadenza dei nostri tempi, generalizzando una povertà intellettuale che è solo nella loro testa.
(Giovanni Allevi)

Quello che mi meraviglia nel mondo è che i cattivi non siano anche contenti.
(Giuseppe Prezzolini)

Gli uomini saggi sono sempre veritieri nella condotta e nei discorsi. Non dicono tutto quello che pensano, ma pensano tutto quello che dicono.
(Gotthold Lessing)

I problemi più complessi hanno soluzioni semplici, facili da comprendere e sbagliate.
(H.L. Mencken)

Morire per una causa non fa che quella causa sia giusta.
(Henri de Montherlant)

Pensare è il lavoro più arduo che ci sia, ed è probabilmente questo il motivo per cui così pochi ci si dedicano.
(Henry Ford)

Se è un dovere rispettare i diritti degli altri, è anche un dovere far rispettare i propri.
(Herbert Spencer)

Due cose riempiono l'anima d'ammirazione e di riverenza sempre nuova e crescente: il cielo stellato sopra di me, la legge morale dentro di me.
(Immanuel Kant)

E' meglio commettere un peccato con fervore che una buona azione senza entusiasmo.
(Isaac B. Singer)

Se continuate a ripetervi che le cose andranno male, avete la probabilità di scoprirvi profeta.
(Isaac B. Singer)

Se ho visto oltre è perché sono salito sulle spalle di giganti.
(Isaac Newton)

Una persona eccezionale ha verso gli altri gli stessi doveri di una persona qualunque.
(Ivy Compton-Burnett)

Dobbiamo afferrare il fatto più basilare della vita: siamo ignoranti! Non sappiamo da dove viene il mondo. Perché c'è la vita? Che cos'è la coscienza? Chi siamo? A che serve tutto questo?
(James Hillman)

La vita è come un gioco di carte. La mano che ti è stata data è il determinismo; il modo in cui la giochi è il libero arbitrio.
(Jawaharlal Nehru)

Ciò che distingue l'uomo immaturo è che vuole morire nobilmente per una causa, mentre ciò che distingue l'uomo maturo è che vuole umilmente vivere per essa.
(Jerome Salinger, “Il giovane Holden”)

Non è che un'esigenza naturale che l'uomo di tanto in tanto debba 'addormentare' se stesso senza andare a letto; ecco perché si fuma il tabacco, l'oppio, o si bevono i liquori.
(Johann W. Goethe)

Non è forte colui che non cade mai, ma colui che cadendo si rialza.
(Johann W. Goethe)

Un uomo può fallire molte volte, ma non diventa un fallimento finché non comincia a dar la colpa a qualcun altro.
(John Burroughs)

Una cosa è dimostrare a un uomo che è in errore, un'altra metterlo in possesso della verità.
(John Locke)

La difficoltà non sta nel credere nelle nuove idee, ma nel fuggire dalle vecchie.
(John Maynard Keynes)

Quando nel mondo appare un vero genio, lo si riconosce dal fatto che tutti gli idioti fanno banda contro di lui.
(Jonathan Swift)

L'idea di un Dio, un essere onnisciente, onnipotente, e che inoltre ci ama, è una delle più azzardate creazioni della letteratura fantastica.
(Jorge Luis Borges)

Riflettere è considerevolmente laborioso; ecco perché molta gente preferisce giudicare.
(Josè Ortega)

Coloro che non ritrattano mai le loro opinioni, amano se stessi più di quanto essi non amino la verità.
(Joseph Joubert)

La coerenza non può stabilire la verità, ma l'incoerenza e la contraddittorietà stabiliscono la falsità.
(Karl Popper)

Tutta la vita è risolvere problemi.
(Karl R. Popper)

L'anello mancante tra la scimmia e l'essere umano siamo noi.
(Konrad Lorenz)

Fingere di sapere quando non si sa è una malattia.
(Lao Tzu)

Invece di lamentarsi dell'oscurità è meglio accendere una piccola lampada.
(Lao Tzu)

Quella che il bruco chiama la fine del mondo, il maestro la chiama una farfalla.
(Lao Tzu)

E' straordinario che sia così perfetta l'illusione che la bellezza è bontà.
(Lev Tolstoj)

Cercate di lasciare questo mondo un pò migliore di quanto non l’avete trovato e, quando suonerà la vostra ora di morire, potrete morire felici nella coscienza di non aver sprecato il vostro tempo, ma di avere fatto del nostro meglio.
(Lord Baden Powell)

Il dogma è nient'altro che un esplicito divieto di pensare.
(Ludwig Feuerbach)

La parola fa l'uomo libero. Chi non si può esprimere è uno schiavo. Parlare è un atto di libertà.
(Ludwig Feuerbach)

Delle cose di cui non si sa parlare, bisogna tacere.
(Ludwig Wittgenstein)

Se gli uomini non commettessero talvolta delle sciocchezze, non accadrebbe assolutamente nulla d’intelligente.
(Ludwig Wittgenstein)

La fiducia nella bontà degli altri è una non piccola testimonianza della propria bontà.
(M. De Montaigne)

A una sola cosa tendi, e cerca col tuo volere: essere a te stesso bello in ogni cosa che fai.
(Marco Aurelio)

Impariamo a vivere come fratelli o insieme come stolti periremo.
(Martin Luther King)

Non dobbiamo essere così presuntuosi da credere di aver capito tutto mentre 'gli altri' non hanno capito niente.
(Michele Serra)

La religione è un unico albero con molti rami. In quanto rami, si può dire che le religioni sono molte, ma in quanto albero, la religione è una sola.
(Mohandas K. Gandhi)

Nel mondo c'è gente talmente affamata che Dio per loro non può apparire che sotto forma di pane.
(Mohandas K. Gandhi)

Sii il cambiamento che vuoi vedere avvenire nel mondo.
(Mohandas K. Gandhi)

Potete giudicare quanto intelligente è un uomo dalle sue risposte. Potete giudicare quanto è saggio dalle sue domande.
(Naguib Mahfuz)

Nessuno è nato schiavo, né signore, né per vivere in miseria, ma tutti siamo nati per essere fratelli.
(Nelson Mandela)

Il compito degli uomini di cultura è più che mai oggi quello di seminare dubbi, non già di raccogliere certezze.
(Norberto Bobbio)

Le cose di cui ci sentiamo assolutamente certi non sono mai vere.
(Oscar Wilde, “Il ritratto di Dorian Gray”)

L'egoismo non consiste nel vivere secondo i propri desideri, ma nel pretendere che gli altri vivano a quel modo che noi vogliamo.
(Oscar Wilde)

Le cose peggiori sono sempre state fatte con le migliori intenzioni.
(Oscar Wilde)

Le persone stupide sono piene di opinioni e non ne comprendono una.
(Oscar Wilde)

Se hai trovato una risposta a tutte le tue domande, vuoi dire che le domande che ti sei posto non erano giuste.
(Oscar Wilde)

Un sentimentale è chi desidera il lusso di un sentimento senza pagare per averlo.
(Oscar Wilde)

Preoccuparsi è meno faticoso che combattere la preoccupazione. Tutti vogliono salvare il mondo, ma nessuno vuole aiutare la mamma a lavare i piatti.
(P. J. O' Rourke)

Quello che è sempre stato creduto da tutti, dovunque, è quasi sicuramente falso.
(Paul Valery)

La realtà è quella cosa che quando smetti di crederci non svanisce.
(Philip K. Dick)

Un fatto, anche il più modesto, conta più di una montagna di ipotesi.
(Pietro Nenni)

La necessità è la madre dell'invenzione.
(Platone)

Il dissidio fra giusto ed ingiusto / E' la malattia della mente.
(Poesia Zen)

Chi chiede può essere stupido per cinque minuti. Chi non chiede è stupido per tutta la vita.
(Proverbio cinese)

Il tempo è l'unico bene che l'uomo non può accumulare ed è costretto a spenderlo fino all'ultimo spicciolo.
(R. Battaglia)

Anche se giriamo il mondo in cerca di ciò che è bello, o lo portiamo già in noi, o non lo troveremo.
(R.W. Emerson)

Le piccole menti, hanno piccole preoccupazioni; le grandi menti... non hanno tempo per le preoccupazioni.
(R.W. Emerson)

Nessun vento è favorevole a chi non sa dove andare. Ma per chi sa, anche la brezza basta.
(Rainer Maria Rilke)

Niente potrà darti pace se non te stesso.
(Ralph Waldo Emerson)

Dio, concedimi la serenità di accettare le cose che non posso cambiare, il coraggio di cambiare quelle che posso, e la saggezza per comprendere la differenza.
(Reinhold Niebuhr, “Preghiera della Serenità”)

Cavilla sui tuoi limiti e certamente ti apparterranno.
(Richard Bach)

Non c’è niente di tranquillo su nessun pianeta, che io sappia. Essere al mondo è una cosa molto pericolosa - sempre che tu sia vivo, ovviamente. La vita è la causa della morte.
(Richard Bandler)

La strada che porta all'inferno è lastricata di buone intenzioni.
(San Bernardo)

Considero il mondo per quello che è: un palcoscenico dove ciascuno deve recitare la sua parte.
(William Shakespeare)

Esiste solo un bene, la conoscenza, e solo un male, l'ignoranza.
(Socrate)

Un sogno, non è mai soltanto un sogno.
(Stanley Kubrick)

Noi non smetteremo di esplorare / E alla fine della nostra esplorazione / Arriveremo al punto da cui siamo partiti / E vedremo quel luogo per la prima volta.
(T.S. Eliot)

La libertà non sta nello scegliere tra bianco e nero, ma nel sottrarsi a questa scelta prescritta.
(Theodor Adorno)

Se c'è un modo di far meglio, trovalo.
(Thomas Edison)

La razza umana non può sopportare molta realtà.
(Thomas Stearns Eliot)

A volte è difficile fare la scelta giusta perché o sei roso dai morsi della coscienza o da quelli della fame.
(Totò)

Disapprovo quel che dite, ma difenderò fino alla morte il vostro diritto di dirlo.
(Voltaire)

Per ogni idea della cui giustezza sei assolutamente convinto, ci sono milioni di persone che la ritengono sbagliata.
(Wayne W. Dyer)

Il nostro corpo è il nostro giardino. La nostra volontà è il nostro giardiniere.
(William Shakespeare)

Pochi amano sentir parlare dei peccati che amano compiere.
(William Shakespeare)

Sii sincero con te stesso, e come alla notte segue il giorno, non sarai falso con nessuno.
(William Shakespeare)

Fanatico è colui che non può cambiare idea e non intende cambiare argomento.
(Winston Churchill)

Chi non vuole scendere all'interno delle proprie profondità perché ciò gli procura troppo dolore, sarà superficiale anche nei suoi scritti.
(Wittgenstein)


E se per caso siete curiosi di conoscere le mie "perle di saggezza" (con cui non penso certo di competere con i "grandi"), ho raccolto in un post i miei pensieri.

"Le idee migliori sono proprietà di tutti."
(Seneca)


Articoli correlati

Altri post con argomenti collegati (descrizione: fermate il puntatore sul link)

Nessun commento :

Posta un commento

(vedi le linee guida per i commenti)



Licenza Creative Commons
© 2017 Valter Viglietti. Psicofelicità è distribuito con Licenza Creative Commons Attribuzione - Non commerciale 4.0 Internazionale.